Numero verde
Chiama la segreteria didattica
Inviaci una mail per informazioni
Richiesta informazioni
Raggiungi la sede CSF
Vieni a trovarci in sede...

Interprete LIS - Lingua dei segni italiana

 

lis  

SEDE DEL CORSO: Melito di Napoli
DURATA: circa 7 mesi
FREQUENZA: 2 o 3 lezioni alla settimana
NUMERO MASSIMO PARTECIPANTI: 15
SCADENZA ISCRIZIONI: al raggiungimento del numero massimo di partecipanti
RATEIZZAZIONE: tutti i corsi CSF sono rateizzabili senza interessi per l’intera durata del corso
TITOLO: Qualifica professionale della Regione Campania riconosciuta a livello nazionale ed europeo.

PRENOTA LA TUA PRIMA LEZIONE GRATUITA

 

FIGURA PROFESSIONALE FORMATA


lisL'interprete di lingua dei segni Italiana  LIS deve conoscere la cultura la lingua della comunità non udente ed acquisire le competenze tecniche e strutturali della comunicazione visivo - gestuale attraverso un'adeguata formazione per poter svolgere professionalmente ed autonomamente il proprio lavoro anche in presenza di persone non udenti.
L’interprete di Lingua dei Segni Italiana LIS è in grado di accompagnare l’interazione linguistico - comunicativa tra soggetto udente e non udente, mediando il trasferimento del contenuto semantico e simbolico tra le parti, attraverso l’utilizzo delle forme e dei metodi della Lingua dei Segni Italiana (LIS) e l’interpretazione linguistica di messaggi segnici.

L'interprete di lingua dei segni Italiana LIS effettua servizi di interpretazione da e in questa lingua. Traduce prevalentemente in simultanea, in situazioni e in conferenza. Interviene professionalmente nel processo di accompagnamento dei sordi per facilitarne la comunicazione. L'interpretazione è caratterizzata dal labiale della lingua orale, dalla mimica, dalla gestualità e da buone conoscenze della lingua italiana parlata.



DOVE PUÒ TROVARE LAVORO


L’interprete di Lingua dei Segni Italiana LIS, lavora prevalentemente come lavoratore autonomo con contratti di collaborazione presso:
- centri socio educativi per disabili,
- strutture che forniscono servizi di interpretariato LIS
- nell’ambito di convegni dibatti,
- tavole rotonde,
- riunione assemblee,
- atti notarili,
- giudiziari, ecc.,
- operando con livelli di autonomia elevati.

In italia è possibile richiedere un interprete in base alla Legge 104/92 in ambito sanitario (pubblico, privato), in ambito giudiziario (colloqui con avvocati, notai, tribunale), in ambito turistico, professionale, etc.. ogni qual volta la persona sorda ha bisogno di comunicare.



 

 


LA NOSTRA METODOLOGIA DIDATTICA

Il nostro metodo formativo è basato sul giusto equilibrio di teoria e pratica, cui si aggiunge un’intensa attività di stage in aziende convenzionate e la partecipazione ad importanti eventi cui il CSF partecipa in qualità di partner e dove i nostri allievi hanno la possibilità di sperimentare sul campo le competenze professionali maturate durante il corso e gli stages.

Al completamento di tutti i nostri corsi, si tengono importanti lezioni di orientamento in cui viene illustrato il giusto modo di redigere il proprio curriculum vitae, di proporsi professionalmente, di rispondere ad un’inserzione e partecipare ad un colloquio di lavoro. Infine, a quanti invece intendono avviare un’attività in proprio, viene offerta la consulenza dei nostri esperti che spiegheranno gli adempimenti burocratici da adempiere, le autorizzazioni necessarie, le varie possibilità di finanziamento cui accedere e come redigere un business plan per la propria attività.

 


PROGRAMMA DIDATTICO

    MODULO: Orientamento (Key Competence)
    MODULO: Inglese (Key Competence) (con possibilità di certificazione BULATS Cambridge)
    MODULO: Informatica (Key Competence) (con possibilità di certificazione EIPASS)
    UF: Diagnosi dell’interazione comunicativa.
    UF: Interpretazione LIS.
    UF: Mediazione comunicativa e relazionale.



 



CONOSCENZE E ABILITÀ DA ACQUISIRE DURANTE IL CORSO

  1. Diagnosi dell’interazione comunicativa
    Risultato atteso: Morfologia dell’interazione comunicativa adeguatamente compresa.
    Abilità:
    • applicare tecniche di valutazione del grado di sviluppo delle capacità e dell’attitudine comunicativo - relazionale degli attori coinvolti nell’atto comunicativo
    • applicare tecniche di valutazione dell’adeguatezza tecnica, semantica e simbolica della propria mediazione alle esigenze dell’interazione comunicativa
    • identificare volontà ed obiettivi della relazione comunicativa e cogliere ogni eventuale indicatore di cambiamento
    • leggere ed interpretare le caratteristiche personali, situazionale e contestuali proprie dell’interazione comunicativa mediata
    Conoscenze:
    • classificazioni e caratteristiche delle diverse tipologie di disabilità
    • elementi di programmazione neuro linguistica (pnl)
    • elementi di psico pedagogia dell’handicap
    • elementi di psicologia
    • elementi di psicologia relazionale
    • elementi di psicologia sociale e di comunità
    • elementi di sociologia
    • fondamenti del linguaggio verbale: fonetica, fonologia e aspetti non linguistici della comunicazione
    • nozioni di linguistica generale e di psicolinguistica
    • principi comuni ed aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza
    • principi ed elementi della comunicazione verbale e non verbale
    • sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento generali e specifiche
  2. Interpretazione LIS
    Risultato atteso: Messaggi correttamente tradotti
    Abilità:
    • applicare tecniche di chuchotage
    • applicare tecniche di ascolto attivo
    • applicare tecniche di cloze
    • applicare tecniche di comunicazione efficace
    • applicare tecniche di interpretazione consecutiva voce/segno
    • applicare tecniche di interpretazione simultanea voce/segno
    • applicare tecniche di interprete di ruolo e di sostegno
    • applicare tecniche di lavoro di gruppo e conduzione di gruppo
    • applicare tecniche di ombreggiatura
    • applicare tecniche di tropicalizzazione
    • utilizzare linguaggi settoriali
    Conoscenze:
    • elementi di programmazione neuro - linguistica (pnl)
    • elementi di psicologia della comunicazione
    • fondamenti del linguaggio verbale: fonetica, fonologia e aspetti non linguistici della comunicazione
    • grammatica della lingua italiana • linguaggi settoriali
    • linguistica della lis
    • linguistica della lingua italiana
    • principi comuni ed aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza
    • principi ed elementi della comunicazione verbale e non verbale
    • sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento generali e specifiche
    • teoria e tecnica della traduzione e dell’interpretazione in lis
  3. Scambio comunicativo efficacemente mediato; relazione comunicativa efficacemente instaurata
    Risultato atteso: Mediazione comunicativa e relazionale
    Abilità:
    • adeguare lo stile dell’intervento di mediazione comunicativa alle variazioni nel comportamento comunicativo/relazionale degli attori
    • adottare atti comunicativi/comportamentali funzionali alla rimozione dei differenti approcci comunicativi/relazionali tra gli attori coinvolti
    • applicare tecniche di intermediazione culturale
    • cogliere e riconoscere le esigenze ritmiche dell’interazione comunicativa
    • facilitare lo scambio relazionale al fine di favorire l’espressione/soddisfazione completa del fabbisogno comunicativo
    • identificare e cogliere eventuali impedimenti nella dimensione comunicativo relazionale
    • identificare ed adottare soluzioni operative necessarie a favorire lo sviluppo comunicativo
    • tradurre la morfologia dell’interazione comunicativa in un registro linguistico adeguato alla tipologia di intervento richiesto
    • tradurre morfologia e fenomenologia dell’interazione comunicativa in una dimensione relazionale adeguata
    Conoscenze:
    • classificazioni e caratteristiche delle diverse tipologie di disabilità
    • elementi di mediazione interculturale e linguistica
    • elementi di programmazione neuro linguistica (pnl)
    • elementi di psico pedagogia dell’handicap
    • elementi di psicologia
    • elementi di psicologia relazionale
    • elementi di psicologia sociale e di comunità
    • elementi di sociologia
    • fondamenti del linguaggio verbale: fonetica, fonologia e aspetti non linguistici della comunicazione
    • nozioni di linguistica generale e di psicolinguistica
    • principi comuni ed aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza
    • principi ed elementi della comunicazione verbale e non verbale
    • sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento generali e specifiche



 



COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI

• Operazioni di diagnosi dell’interazione comunicativa
• Operazioni di interpretazione in lingua dei segni italiana.
• Operazioni di mediazione comunicativa e relazionale
 






CORSO ACCREDITATO REGIONE CAMPANIA

Qualifica Regionale valida su tutto il territorio nazionale e in tutta la Comunità Europea e rientrante nel Repertorio dei Titoli e delle Qualificazioni Nazionali ed Europee.



REQUISITI RICHIESTI

Per essere ammessi al corso è necessario essere in possesso del Diploma di Scuola Media Superiore

 


 

Condividi questo articolo

Altri Corsi che potrebbero interessarti

scopri la csf card

 

1o Trofeo Tuttopizza

 

garanzia giovani

Dicono di noi...

Seguici su

RSS Feed

Csf Mediazione
Organismo di mediazione
Csf Agenzia per il Lavoro
Agenzia per il Lavoro
CSF e-learning
Entra in CSF e-Learning
Recupero anni scolastici
Recupero Anni Scolastici

accredito ministero

ACCREDITATO

Regione Campania
Ente di Formazione n. 1761

Fonditalia